Condotti raffreddamento freni moto

Stampa
  • Nuovo

Condotti raffreddamento freni moto in carbonio RaceBrake

Maggiori dettagli

231,15 €

115,57 € per pezzo

Condotti raffreddamento freni moto

I condotti raffreddamento RaceBrake sono realizzati al 100% in fibra di carbonio e permettono di ridurre del 35% la temperatura delle pinze e dell'olio freni.

Questo si traduce in una migliore resistenza dell'impianto frenante in tutte quelle piste dove i freni sono costantemente messi a dura prova e non hanno il tempo di raffreddarsi.

Chi va in pista e ha subito i devastanti effetti del calore sull'impianto frenante sa bene quanto un sistema di raffreddamento sia importante per poter ottenere in ogni condizione delle frenate potenti e sicure.

Non è un caso se ormai questo accessorio è sempre più diffuso anche sulle MotoGp e sulle SBK che montano impianti frenanti da decine di migliaia di euro.

Gli impianti frenanti amatoriali, molto meno performanti, necessitano di un aiuto in più per poter dissipare il calore, e questo è il componente che farà la differenza sulla temperatura del tuo impianto frenante. 

condotti raffreddamento freni moto

Direttamente dalla pista alla tua moto

Le competizioni portano al limite ogni cosa, comprese le prestazioni degli impianti frenanti, che vengono sempre di più messe a dura prova.

Lo dimostra il fatto che ormai le moto di ultima generazione sono più potenti, leggere e veloci, ma sopratutto facili da guidare. 

La conseguenza è che si sono alzate quelle che vengono definite le prestazioni medie dei piloti!

Velocità sempre più alte richiedono spazi di arresto migliori e impianti frenanti che vadano oltre i propri limiti.

Ogni piccola miglioria può veramente fare la differenza oggi.

Abbassare di qualche grado a temperatura di pinze, pastiglie e dischi permette di tenere sotto controllo anche la temperatura del liquido freni garantendo una frenata costante anche dopo numerosi giri.

Spesso i circuiti molto stretti e tortuosi, le piccole piste, sollecitano molto i freni, non avendo il tempo necessario per raffreddarsi. 

Non di rado può capitare di fare una decina di giri e ritrovarsi con la corsa dei freni eccessivamente lunga.

Dai nostri test è emerso che i condotti ad aria forzata  assicurano un raffreddamento della zona pinza che riduce le temperature fino al 40%.

Sul mercato esistono altri accessori similari, ma servono a raffreddare solo il disco freno.

I dischi freno hanno una superficie molto ampia rispetto alla loro massa e inoltre sono in continuo movimento, queste due caratteristiche gli permettono di "auto" ventilarsi da soli, facendo si che la temperatura sia sempre sotto controllo.

I condotti di raffreddamento RaceBrake sono gli unici sistemi di raffreddamento che, andando ad agire direttamente sulla pinza oltre che sul disco freno, permettono di ottenere 4 grandi vantaggi:

- abbassano la temperatura del disco freno

- abbassano la temperatura della pinza

- abbassano la temperatura delle pastiglie andando a spingere aria fresca tra le pastiglie freno

- queste 3 riduzioni di temperatura di conseguenza abbassano la temperatura del liquido frenante

La particolare forma dei condotti di raffreddamento RaceBrake non è casuale ma è stata studiata facendo varie simulazioni.

Permette di ottenere un sistema a circolazione forzata di aria fresca già da 45 km/h.

Alle alte velocità si riesce ad ottenere una riduzione termica con punte del 40% inferiori rispetto ad un impianto frenante senza i condotti di raffreddamento RaceBrake.

condotti raffreddamento freni moto

Riduci la temperatura dei freni con facilità

I condotti raffreddamento RaceBrake sono costruiti in fibra di carbonio ottenuta per formazione in autoclave in modo da garantirne la massima resistenza agli urti.

Sono molto semplici da installare, si applicano attraverso i loro supporti direttamente sulla pinza freno.

Questo li rende universali in caso di sostituzione della moto o della pinza freno o della forcella.

Potrai montarli ovunque.

Esistono due versioni, una per pinze 100 mm, adatte a moto come Bmw HP4, S1000 RR, Ducati Panigale, Aprilia RSV4, MV Agusta F4, e una versione per pinze da 108 mm, come le moto giapponesi tipo Yamaha R1, Kawasaki Zx-10R, Suzuki Gsx-r 1000, Honda CBR 1000.

Riescono a raffreddare qualsiasi pinza freno della serie P4, M4, M50, GP4 e sono totalmente compatibili con tutte le pinze freno Brembo.